Impianti di Irrigazione a goccia

Impianti di Irrigazione a goccia

Irrigazione a goccia

Il segreto dell'irrigazione a goccia consiste nel mantenere il terreno prossimo alla sua capacità di campo, ovvero sempre umido, con brevi e frequenti erogazioni d'acqua.


La modalità di erogazione si divide in due grandi gruppi:  

- puntuale (gocciolatori a bottone, punto goccia, capillare), dove la goccia cade esattamente nel punto interessato; 

- a fascia (ala gocciolante pesante, manichetta), dove la successione dei fori crea una fascia bagnata la cui larghezza e profondità dipendono dalla conformazione del terreno e sono indipendenti dalla distanza tra le piante.


Ulteriori vantaggi agronomici legati all' uso di impianti di irrigazione a goccia sono garantire l’uniformità di distribuzione sull’intera superficie servita; mantenere il suolo asciutto nell’interfila permettendo il passaggio di macchine operatrici; mantenere il terreno ben areato evitando compattazione e fessurazioni; favorire un maggiore controllo della salinità del terreno; permettere l’automazione di tutte le fasi del processo irriguo; permettere l’installazione anche in terreni non pianeggianti.


Il sistema permette inoltre di rispettare l’ambiente grazie al risparmio di trattamenti chimici fogliari tipici del pre e post precipitazione; riduce la quantità di fertilizzante perchè erogato con costanza e precisione per mezzo di pompe per fertirrigazione; permette una sensibile diminuzione della potenza richiesta per il funzionamento con conseguente riduzione di consumi elettrici o di carburante.


L'irrigazione a goccia è indicata per vigneti, frutteti, orticole in pieno campo e a filare, in serra e fuorisuolo, su mais e seminativi.


L'ulteriore sviluppo dell'irrigazione a goccia è la subirrigazione

Immagini

Documenti

Video

  • raccolta ala gocciolante leggera

  • Raccolta ala gocciolante leggera

  • Matteo Pasqualato @ Enovitis – Simei 2015